CLAUDIO PRIMA

Claudio Prima inizia a studiare pianoforte all'età di 4 anni e prosegue l'attività musicale da giovane studiando chitarra e suonando le tastiere in alcune formazioni salentine. Nel 1993 approda alla ricerca musicale popolare e avvia l'apprendimento delle tecniche esecutive popolari del tamburello e dell'organetto diatonico.
Studia tecnica teatrale, frequentando diversi corsi di perfezionamento con illustri maestri di livello internazionale (fra cui Adriano Yurissevich e Nelly Quette).
Inizia un'intensa attività teatrale e musicale partecipando a spettacoli teatrali, concerti, rassegne in Italia e in Europa. Da anni si occupa di formazione musicale e coreografica nel campo della ricerca popolare e ha esperienze di formazione teatrale per operatori.
Nel 1999 è guida a Lecce della mostra internazionale di strumenti a percussione 'L'Ombelico del Mondo' e perfeziona le conoscenze di diversi strumenti a percussione di tutto il mondo in particolare della famiglia dei tamburi a cornice.
Dal 2000 ad oggi con il progetto Manigold si esibisce in festival importanti di rilievo nazionale ed europeo fra i quali la finale del Folkontest e nel 2003, La Palma a Roma, Sant'Arcangelo dei Teatri, Etnica con la partecipazione di Roberto Ottaviano, Negroamaro Festival, FIMU a Belfort in Francia, Venettnic@ a Venezia nel Padiglione della Biennale con la Boban Markovic Orkestar, Jazz-a-Luz e Jazz en Luberon in Francia (con Michel Portal, Louis Sclavis, etc.) e in importanti festival in Francia, Svizzera e Olanda e nel 2002 incide per Finisterre di Roma il disco Tracce di Sud.
Partecipa ad azioni della comunità Europea e in Inghilterra, Grecia e Romania collabora con altre compagnie teatrali e musicali europee nella produzione di spettacoli e concerti e nella partecipazione a festival internazionali (Olanda, Romania, Svizzera, Francia).
Insegna organetto diatonico e tamburello nella Scuola di Musica Danza e Teatro Popolare a Lecce dal 1999 al 2003, e conduce il corso di sperimentazione didattica "Tra-dire e  FaRe" presso  l’Università degli studi di Lecce.
Nel 2003 incide per CNI il disco Marie Merci con il progetto Tabulè (con G. De Trizio e F. Piepoli dei Radicanto) e suona con Raiz al festival “Insolisuoni”.
Nel Dicembre 2004 suona con Teresa De Sio per il “Concerto per una Napoli legale”. Nel 2004, 2005 e 2006 è organetto solista e voce nell’Orchestra della Notte della Taranta diretta da Ambrogio Sparagna e nel 2007 organetto solo e voce della Notte della Taranta diretta da Mauro Pagani.
Nel 2005 crea il progetto Adria insieme a Redi Hasa e Emanuele Coluccia proseguendo la ricerca sulle possibilità espressive dell’organetto.
Nel 2006 con i Manigold vince Arezzo Wave Love festival ed è finalista nazionale al concorso PrimoMaggiotuttol’anno.
Nel 2006 crea il progetto BandAdriatica e si esibisce con King Naat Veliov e la Kocani Orkestra.
Nel 2007 con BandAdriatica pubblica il cd “Contagio” e conduce un progetto speciale all’interno della Notte della taranta festival con Eva Quartet, il quartetto solista delle Voci Bulgare.

http://www.adriatik.it/banda
Discografia:

BandAdriatica Contagio (2007)
Manigold Extradizione (mini-cd 2005)
Manigold Tracce di sud (Finisterre 2002)
Tabulè Marie merci (CNI-Frontiera 2003)

Partecipazioni:

Mandatari Dario Muci (Anima Mundi 2007)
La notte della taranta 2006 (Parco della musica Records 2007)
Soundsation AA.VV. (2007)
Salento senza tempo “Unplugged” Nidi d’Arac (2007)
Tribù italiche Puglia (World Music Magazine 2007)
PrimoMaggioTuttoLAnno II AA.VV. (2006)
La notte della taranta 2005 Orchestra della notte della taranta (2006)
Ronde nuove Vito De Lorenzi (Gastone Records 2005)
Air tadjiguine Les Troubl’amours (Anima Mundi 2004)
Scatolophon  AA.VV. (2004)
Eye sea u - Y. Carrisi (Primato 2002)

WebMaster: isalvi@libero.it
Redazione: info@organetto.it
© 2007 Organetto.it - tutti i diritti riservati