L'INTAVOLATURA: CHE COS'E' E COME SI USA
L'intavolatura è un sistema di scrittura numerica del brano musicale che è stato ideato nel Rinascimento (tra il XV e il XVI secolo) per facilitare l'apprendimento del liuto. Dall'intavolatura per liuto è derivato poi il sistema di notazione numerica degli accordi largamente usato ancora oggi nei metodi di insegnamento "rapido" della chitarra d'accompagnamento.
Nel caso dell'organetto l'intavolatura si è affermata negli ultimi 15 anni come mezzo indispensabile per consentire a strumenti intonati diversamente (ad es. SOL/DO, LA/RE, DO/FA, ecc.) di eseguire un brano scritto in una data tonalità senza dovere necessariamente trasportare le note sul pentagramma.
Esistono diversi sistemi di codifica dell'intavolatura per organetto, ideati da musicisti particolarmente impegnati nella didattica. I più noti sono: il sistema CADB (Collectif des Accordeonistes Diatoniques de Bretagne) originariamente inventato da E. Pariselle, il sistema "Corgeron" che prende il nome dal suo autore, entrambi prevalentemente diffusi in Francia, e il sistema adottato nel manuale "L'organetto diatonico" di R. Tesi e R. Tombesi, maggiormente utilizzato in Italia.
In tutti e tre i sistemi citati l'intavolatura è abbinata alla notazione musicale standard su pentagramma. In genere le tonalità dei brani sono, per comodità, quelle accessibili all'organetto 8 bassi in SOL/DO.
I brani riportati nel nostro sito sono trascritti su pentagramma e intavolatura utilizzando il sistema Tesi-Tombesi, leggermente modificato per esigenze grafiche.
Nella legenda che segue è illustrato il significato dei segni grafici impiegati nell'intavolatura.
numeri corrispondenti ai bottoni della prima fila (fila esterna) azionati chiudendo il mantice
numeri corrispondenti ai bottoni della seconda fila (fila interna) azionati chiudendo il mantice
numeri corrispondenti ai bottoni della prima fila (fila esterna) azionati aprendo il mantice
numeri corrispondenti ai bottoni della seconda fila (fila interna) azionati aprendo il mantice
Per maggiore chiarezza si riporta appresso lo schema della tastiera dell'organetto a 8 bassi in SOL/DO, con la numerazione dei bottoni utilizzata nell'intavolatura dei brani presenti in questo sito.
I bassi sono numerati progressivamente da 1 a 8 (anziché da 1 a 4 con gli stessi numeri cerchiati per i bassi della fila interna).
WebMaster: isalvi@libero.it
Redazione: info@organetto.it
© Organetto.it - tutti i diritti riservati