SIMONE BOTTASSO

Musicista, compositore, arrangiatore e direttore, Simone Bottasso inizia a suonare l’organetto studiando il repertorio della musica tradizionale occitana e francese. Parallelamente allo studio dell’organetto, si diploma in flauto traverso classico e poi in Jazz al Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino, studiando l’improvvisazione, arrangiamento e composizione con Furio Di Castri, Giampaolo Casati, Emanuele Cisi e Dado Moroni. Nel 2013 si trasferisce a Rotterdam dove studia composizione jazz, contemporanea ed elettronica con Paul Van Brugge, Renè Uijlenhoet, Robin de Raaf, Oscar Van Dillen, Klaas de Vries e Peter Jan Wagemans, diplomandosi nel 2017.
Come musicista e compositore ha esplorato fin dall'inizio della sua carriera le possibilità di incontro e di cross-over tra le musiche popolari ed il jazz, il funk, il rock, la musica elettronica e contemporanea, componendo e suonando con numerosi gruppi tra cui Duo Bottasso, Abnoba, Triotonico, Folk Messengers e Stygiens.
Nel 2012 e nel 2013 Riccardo Tesi gli affida la creazione originale del festival Sentieri Acustici di Pistoia in cui dirige l’orchestra del festival su propri arrangiamenti per orchestra di musiche tradizionali della montagna pistoiese. Nel 2014 Pietro Numico gli commissiona “Stella Polare”, pièce per soprano, organetto, ensemble da camera e coro, che è stato eseguito al Conservatorio di Weimar (Germania).
Dal 2015 è membro del progetto “Samurai”,quintetto internazionle di organetti con Kepa Junkera, Riccardo Tesi, Dave Munnelly e Markku Lepistu. Nel 2010 collabora con Paolo Fresu ed il Quartetto Alborada arrangiando per tromba e quartetto d’archi alcuni brani del repertorio di Abnoba. Nel 2016 vince il premio "Miglior compositore under 30" al "Concorso di Composizione Pianistica Giovannini" con il suo trio "Sarvan" per pianoforte, clarinetto e violino.
Nel 2017 vince il primo e terzo premio al concorso di Composizione per Fisarmonica Bruno Serri con con due brani del Duo Bottasso (Monkerrina, Magicicada). Nel 2018 collabora con Cosenude Media Project per la realizzazione delle musiche del documentario Biserta: storia a spirale; con New Rotterdam Jazz Orchestra scrivendo una composizione per big band e organetto ispirata dal libro “Q” di Wu Ming; con il Chemnitz Kinderchoor per i quali scrive Music by heart, una composizione per coro di voci bianche, organetto, violino e live electronics.
Insieme a Nicolò Bottasso e Pietro Numico è compositore, direttore musicale e direttore artistico del progetto Folkestra & Folkoro, progetto orchestrale di world music fondato dal Duo Bottasso nel 2009 e formato da 40 elementi.
Affianca alla carriera musicale e compositiva un’intensa attività didattica in workshops e masterclass internazionali.

www.duobottasso.com
Discografia:
Suriscot Trio:
Phases (2003, Folkclub Ethnosuoni)
Abnoba:
Vai facile (2006, Felmay)
Abnormal (2010, Hertzbrigade)
What a Wonderful World:
“Porsche Live Giovani e Jazz 2011” (Musica Jazz, sett. 2012)
Tradalp:
Tradalp (2013, autoproduzione)
Folk Messengers:
All for one (2014, autoproduzione)
Duo Bottasso
Crescendo (2014, autoproduzione)
Lievi respiri d’aurora - Sarvan
(2017, Fondazione Giovannini)
Samurai
Te (2017, Visage music)
Partecipazioni:
Mandragora: Escarpa (2008)
Voodrish: Trial and Celebrations (2016, autoproduzione)
Michele Marini Organic Trio: Quintauro (2017, Materiali Sonori)
Remco Sietsema: Sultana (2017, autoproduzione)
WebMaster: isalvi@libero.it Redazione: info@organetto.it © Organetto.it - tutti i diritti riservati